Tempo di lettura: 2 minutes
FAI, FLAI e UILA: «Siamo appagati dagli sforzi profusi, perché queste innovazioni contrattuali anticipano, di fatto, alcune richieste contenute nella piattaforma regionale per il rinnovo del CIRL.».

di Redazione —

Durante i lavori dell’attivo unitario regionale convocato dalle Segreterie Regionali di FAI, FLAI e UILA per l’Approvazione dell’Accordo Ponte per il rinnovo del CIRL, Contratto Integrativo Regionale di Lavoro, Idraulico Forestale e Idraulico Agrario, si è raggiunta l’intesa sull’Accordo Ponte sottoscritto il 18 febbraio scorso presso l’Assessorato Regionale all’Agricoltura della Regione Puglia e che integra il CIRL in vigore dal 2014 con importanti innovazioni economiche e normative in favore dei lavoratori.
Le principali innovazioni ruotano attorno a 5 punti fondamentali:

  • aumento salariale pari al 3,5% da erogarsi 2,5% con la mensilità di settembre 2021 e l’1,0% con la mensilità di gennaio 2022;
  • erogazione di un contributo una tantum definito in euro 300 che verrà pagato con la mensilità di aprile 2021;
  • ulteriore integrazione salariale del 10% della CISOA al fine di raggiungere il 100% della retribuzione;
  • istituzione della Banca delle ore attraverso la quale le ore di straordinario, fermo restando la corresponsione delle maggiorazioni previste contrattualmente, potranno rientrare a richiesta del lavoratore in una apposita banca-ore ed essere fruite entro l’anno successivo a quello di maturazione;
  • modifica all’attuale Contratto che prevedrà, in caso di utilizzo del mezzo aziendale da parte del personale, che l’orario di lavoro inizi e termini con il raggiungimento della vettura presso il centro di raccolta.

«Grande soddisfazione è emersa dai 60 delegati che hanno partecipato alla riunione in rappresentanza dei lavoratori dell’Agenzia idraulico forestale pugliese, perché sono stati riconosciuti, grazie a un forte ruolo unitario delle categorie del sindacato confederale, l’impegno e gli importanti risultati raggiunti in un momento delicato e complesso per tutti. Siamo particolarmente appagati degli sforzi profusi, perché queste innovazioni contrattuali anticipano, di fatto, alcune richieste contenute nella piattaforma regionale per il rinnovo del CIRL», affermano i Segretari Regionali di FAI, FLAI e UILA, Frascella, Gagliardi e Buongiorno.

error: Content is protected !!