Tempo di lettura: 2 minutes
MATERA: «Si tratta di un progetto ambizioso che mira ad avvicinare le nuove generazioni al patrimonio naturale esistente e ai valori di eco-sostenibilità, allo scopo di perseguire una maggiore qualità dell’ambiente a vantaggio della salute dell’uomo.».

di Redazione —

Nella giornata di ieri, 18 Maggio 2021, gli alunni delle classi 2^A, 2^B e 2^C della scuola primaria “Padre Pio” dell’I.C. Torelli-Fioritti, accompagnati dalle insegnanti Rossetti Giuseppa, Liberato Martina, Padula Anna Lucia, D’Apolito Cristina e Violano Caterina hanno iniziato un percorso educativo-didattico relativo al progetto «Un Albero per il Futuro», coadiuvato dai Carabinieri del reparto Biodiversità della Foresta Umbra.

Sono stati donati 52 alberi di varie specie autoctone che nella giornata di ieri gli alunni hanno messo a dimora nel giardino del plesso “Padre Pio” e lungo la staccionata che fiancheggia il canale Vallone.

I bambini hanno avuto l’occasione di lavorare attivamente come custodi giardinieri, sporcandosi le mani con la terra prendendo coscienza dell’importanza della cura del verde pubblico come priorità comune, dell’attenzione delle regole di convivenza civile per rendere la nostra città sempre più un esempio di rispetto dell’ambiente e degli altri.
«Si tratta di un progetto ambizioso che mira ad avvicinare le nuove generazioni al patrimonio naturale esistente e ai valori di eco-sostenibilità, allo scopo di perseguire una maggiore qualità dell’ambiente a vantaggio della salute dell’uomo», ha dichiarato l’Assessore Bianca Matera, presente all’evento, che a nome dell’Amministrazione comunale ha ringrazia il Dirigente scolastico prof. Giuseppe Di Sipio, tutte le insegnanti, il Corpo Forestale dei Carabinieri, il colonnello Claudio Angeloro, il vicebrigadiere Ricciuti e soprattutto i bambini per aver lanciato un segno verde di speranza!

error: Content is protected !!