Tempo di lettura: 2 minutes
La convenzione impegna l’ASL Foggia a mettere a disposizione del Comune di San Severo l’obitorio del P.O. di San Severo, sala di osservazione con annesse celle frigorifere e camere ardenti, per la custodia dei cadaveri, limitatamente a persone defunte residenti nel Comune o cadaveri scoperti nel territorio del comune stesso.

di Redazione —

Siglata, nei giorni scorsi, una convenzione tra il Comune di San Severo e l’ASL Foggia per l’uso della Camera Mortuaria annessa al Presidio Ospedaliero ‘Teresa Masselli Mascia’ di San Severo, con l’univoco intento del Comune e dell’ASL, di migliorare l’assistenza anche nel tragico evento della morte, nel contesto di un’epoca caratterizzata dall’oscura presenza dell’epidemia Covid-19, che vede impegnata l’Azienda Sanitaria ed il Comune in una strenua attività assistenziale e preventiva, all’insegna di “nessuno escluso” anche laddove si è spenta la vita.

La convenzione, con decorrenza 1 marzo 2021 e scadenza prevista il 28 febbraio 2026, sottoscritta dal Sindaco per il Comune di San Severo e, su espressa autorizzazione del Direttore Generale ASL FG dr. Vito Piazzolla, dal dr. Giuseppe Russi, Direttore della Medicina Legale, per la Direzione del Dipartimento di Prevenzione, impegna l’ASL Foggia a mettere a disposizione del Comune di San Severo l’obitorio del P.O. di San Severo, sala di osservazione con annesse celle frigorifere e camere ardenti, per la custodia dei cadaveri, limitatamente a persone defunte residenti nel Comune o cadaveri scoperti nel territorio del comune stesso. Sono di competenza del Comune di San Severo lo svolgimento delle pratiche amministrative e l’emanazione degli atti relativi a deposito, trasporto, autopsia, seppellimento ed altri aspetti della gestione della salma, mentre la Direzione delle camere mortuarie aziendali è attribuita alla Struttura di Medicina Legale del P.O. di San Severo contattabile negli orari di lavoro, attraverso personale dedicato, per quanto di competenza, che seguirà i rapporti con gli Uffici Sanitari e di Stato Civile del Comune e con gli Uffici giudiziari, per quanto di competenza.

error: Content is protected !!