SANDRI: «È in corso in Italia la prima ed unica causa al Mondo, contro la legittimità dei tamponi che verrà discussa il 21 giugno 2021 avanti il Tribunale di Roma… Mi sono prefisso l’obiettivo di presentare causa avanti al Tribunale dell’Unione, entro luglio per farla finita definitivamente con tutte le misure assurde, di qualsiasi genere (tamponi, mascherine, distanziamento, vaccinazione, ecc…) poste in essere per fronteggiare una malattia curabile attuando misure di ordinaria diligenza terapeutica.».

di Redazione —

«Si deve non solo resistere alle buffe, ma deleterie, misure varate in sede europea e nazionale per far fronte ad una emergenza sanitaria inesistente e mai esistita, ma è necessario contrattaccare, per impedire ogni limitazione della libertà. Occorre precisare gli esatti temini dei vari problemi, perchè troppi dilettanti del diritto si scatenano in queste ore a divulgare notizie, o catastrofiche, o troppo duttive. 
L’obbligo vaccinale non è stato previsto in sede europea.
Nessuno può essere costretto a vaccinarsi.
Il primo obiettivo è di eliminarlo, in Italia, per i sanitari: unica categoria, per ora coinvolta.
La compatibilità tra il contenuto della nuova normativa europea e quello della L.76/2021 relativa all’obbligo vaccinale per i sanitari è del tutto insussistente, la prima prevale sulla seconda, come ho sostenuto in tutti i post.
È essenziale precisare che dal punto di vista concreto l’eccezione di non applicabilità della legge italiana dovrà essere sollevata da parte di ciascun sanitario qualora le ASL-ATS dovessero insistere per l’applicazione della legge sull’obbligo vaccinale.
Non è scontato che tra qualche mese il Parlamento Europeo non ritorni sulla materia e voti l’obbligo vaccinale indiscriminato.

È necessario promuovere un’azione in sede europea di natura collettiva, contro l’autorizzazione provvisoria al commercio dei vaccini, perché illegittima in quanto sussistono cure efficaci, nonché vi sono prove di eventi avversi in numero tale da smentire la presunta efficacia dichiarata dalle case farmaceutiche.
Tale azione è volta, ulteriormente, ad impedire le “pressioni” per vaccinare altre categorie dopo i sanitari. Mi segnalano che nel mirino sono gli insegnanti ed i militari. L’azione deve essere la più vasta possibile, perché rappresenta una polizza assicurativa contro ogni possibile estensione a chiunque dell’obbligo vaccinale.
Asciugando tutte le follie comunicative e legislative, se si analizzano i fatti giuridici, gli unici che contano concretamente, rimane, se non si è vaccinati, quale misura per la limitazione della libertà di movimento, quella dell’obbligo del tampone sia per muoversi da Regione a Regione in Italia, sia per viaggiare in Europa.
Si tratta, quindi, di mettere in campo una azione che demolisca la credibilità di questo strumento. Ancora una volta deve essere una azione collettiva. Come è noto, ma, purtroppo, solo a pochi, è in corso in Italia la prima ed unica causa al Mondo, contro la legittimità dei tamponi che verrà discussa il 21 giugno 2021 avanti il Tribunale di Roma.

A questa azione deve essere affiancata quella davanti la Magistratura europea con i nuovi documenti acquisiti dal dr. Stefano Scoglio.
Vi è la necessità di pervenire all’accertamento dell’essenza dell’infondatezza di tutta la narrativa.
Dopo un anno e mezzo di lavoro, siamo in grado di prospettare ai giudici documenti risolutivi idonei a provare l’insussistenza dell’isolamento e sequenziamento, sulla base di protocolli virologici, del virus Sars Cov 2.
Molte persone hanno aderito, ma ora è il momento di accelerare.
Mi sono prefisso l’obiettivo di presentare questa causa avanti al Tribunale dell’Unione, entro luglio per farla finita definitivamente con tutte le misure assurde, di qualsiasi genere (tamponi, mascherine, distanziamento, vaccinazione, ecc…) poste in essere per fronteggiare una malattia curabile attuando misure di ordinaria diligenza terapeutica», scrive su Telegram l’avvocato Mauro Sandri, uno dei legali, che stanno lottando all’interno dei Tribunali per le libertà fondamentali dei cittadini ed il ritorno alla normalità della vita quotidiana, a proposito di vaccini, green pass italiano ed europeo, validità dei tamponi ed obbligo vaccinale per i sanitari.

<!-- Inizio codice Hotspot (Native Advertising) eADV.it per il sito ilcampanile.it -->
<script type="text/javascript">
(function() {var id = 'eadv-6-' + Math.random().toString(36).substr(2) + (new Date().getTime());document.write(String.fromCharCode(60,115)+'cript async="async" defer="defer" type="text/javascript" id="' + id + '" sr' + 'c="https://www.eadv.it/track/?x=19-12114-6d-6-4a-0-f1-12-6b-234x60-80-0-d0-3163&amp;u=itlic.aemlpian&amp;async=' + id + '&amp;w=250&amp;h=250&amp;cttl=05a098&amp;ctxt=222222&amp;cbg=ffffff&amp;cbgh=f2f2f2">'+String.fromCharCode(60)+'/sc' + 'ript>');})();
</script>
<!-- Fine codice Hotspot (Native Advertising) eADV.it per il sito ilcampanile.it -->
error: Content is protected !!