Tempo di lettura: 2 minutes
CAPUTO: «Finalmente si è riusciti a compiere un grosso passo. Questo Paese ha bisogno di una politica popolare, basta con chi pensa solo al proprio portafoglio. C’è bisogno di unione, noi abbiamo cominciato a farla: adesso tocca agli italiani.».

di Redazione —

Il 23 Maggio si è firmato il patto di alleanza tra Movimento Italia Sovrana, Movimento Italia Unita, Movimento Nazionale Italiano, e Italia che lavora -ICL-, con cui «il Fronte sovranista si prepara a ridare l’Italia agli italiani e a ripulire questo sistema politico, putrido e corrotto ridando potere al popolo», sono le parole con le quali, in una nota stampa, si è dato l’annuncio della nascita del Unione Sovrana Italiana, una nuova coalizione all’interno del panorama politico italiano.

«Finalmente si è riusciti a compiere un grosso passo. Questo Paese ha bisogno di una politica popolare, basta con chi pensa solo al proprio portafoglio. C’è bisogno di unione, noi abbiamo cominciato a farla: adesso tocca agli italiani», dice Andrea Caputo, Presidente nazionale del MIS, Movimento Italia Sovrana, una delle realtà politiche che ha aderito ad Unione Sovrana Italiana.

error: Content is protected !!