Tempo di lettura: 3 minutes
SANDRI: «È uno snodo di grande importanza. Le votazioni non sono affatto tutte scontate stante le divisioni nella maggioranza e, pare, il deciso ravvedimento del più importante partito di opposizione che aderirebbe, anche con propri emendamenti, alla medesima linea qui espressa.».

di Redazione —

«Il senatore Lello Ciampolillo, uno dei pochissimi a contrastare con forza il contenuto del DL 44, ha presentato, dopo un confronto tecnico-giuridico con il sottoscritto, gli emendamenti che leggerete più sotto. Verranno discussi e votati alla Commissione Affari Istituzionali del Senato la prossima settimana.
È uno snodo di grande importanza.
Le votazioni non sono affatto tutte scontate stante le divisioni nella maggioranza e, pare, il deciso ravvedimento del più importante partito di opposizione che aderirebbe, anche con propri emendamenti, alla medesima linea qui espressa.
In sintesi verranno votate le seguenti richieste:

  • Abolizione del c.d. green pass fra Regioni: libertà di circolazione assoluta
  • Abolizione dell’obbligo delle mascherine ovunque e definitivamente
  • Abolizione DAD e scuola in presenza per ogni ordine e grado Università compresa
  • Abolizione obbligo vaccinale per i sanitari
  • Nessun diritto di ingerenza dell’ASL nelle scelte se vaccinarsi o meno di persone incapaci.

Sono lieto di avere collaborato fattivamente al nobile tentativo del Senatore Ciampolillo di ripristinare la legge naturale e costituzionale in questo Paese, anche per i minori.
Seguiremo in tempo reale l’esito: il “diritto” ha un carica di suspence anche al di fuori delle Aule di Tribunale…
»,scrive sulla sua pagina Facebook l’avvocato Mauro Sandri, uno dei legali, che stanno lottando all’interno dei Tribunali per le libertà fondamentali dei cittadini ed il ritorno alla normalità della vita quotidiana, a proposito del DL 44, in discussione al Senato, approvato lo scorso 31 marzo dal Consiglio dei Ministri, recante misure urgenti per il contenimento dell’epidemia da COVID-19, in materia di vaccinazioni anti SARS-CoV-2, che, tra l’altro, aveva in particolare rilievo le novità in materia di vaccinazione. Sul punto, riportiamo di seguito i passi corrispondenti del comunicato stampa pubblicato sul sito del Governo:
«Il decreto
– esclude la responsabilità penale del personale medico e sanitario incaricato della somministrazione del vaccino anti SARS-CoV-2, per i delitti di omicidio colposo e di lesioni personali colpose commessi nel periodo emergenziale, allorché le vaccinazioni siano effettuate in conformità alle indicazioni contenute nel provvedimento di autorizzazione all’immissione in commercio e alle circolari pubblicate sul sito istituzionale del Ministero della salute relative;
– introduce disposizioni volte ad assicurare l’assolvimento dell’obbligo vaccinale da parte del personale medico e sanitario, prevedendo una dettagliata procedura per la sua operatività e adeguate misure in caso di inottemperanza (assegnazione a diverse mansioni ovvero sospensione della retribuzione);
– stabilisce che le previsioni già vigenti per i soggetti incapaci ricoverati presso strutture sanitarie assistite in merito alla manifestazione del consenso alla somministrazione del vaccino anti-SARS-CoV-2 siano estese anche alle persone che, pur versando in condizioni di incapacità naturale, non siano ricoverate nelle predette strutture sanitarie assistite o in altre strutture analoghe
».

error: Content is protected !!