Delle uniche 4 copie della rara versione della ‘Bibbia’ di Niccolò Malermi, stampata nel 1477 a Venezia da Antonio Bolognese, conservate a Bologna, Roma, Parma, solo quella di Lucera,  reca una splendida miniatura a colori vivaci ed oro zecchino, raffigurante l’episodio biblico della creazione di Eva, tratto dal libro della ‘Genesi’.

di Redazione — 

La Bibbia di Nicolò Malerbi fu la prima traduzione integrale in italiano volgare del testo sacro dopo l’introduzione della stampa a caratteri mobili di Gutenberg nel 1455 e rimase per due secoli l’unica edizione cattolica autorizzata della Bibbia Italiana. Questa versione fu assai innovativa, lo stesso Leonardo da Vinci ne possedeva una copia nella sua biblioteca.

Sul sito istituzionale del Comune di Lucera si legge: «A Lucera il volume antico di maggior pregio della biblioteca è rappresentato proprio da una rara versione della ‘Bibbia’ di Niccolò Malermi. Questa ‘Bibbia’ è stata stampata nel 1477 a Venezia da Antonio Bolognese e reca una splendida miniatura a colori vivaci ed oro zecchino, raffigurante l’episodio biblico della creazione di Eva, tratto dal libro della ‘Genesi’. Di questa ‘Bibbia’ è attestata l’esistenza di solo quattro copie, conservate a Bologna, Roma, Parma e Lucera.».
«Grazie al FAI , e alla voglia di ricercare il bello ho avuto il piacere di sfogliare la ‘Bibbia’ di Parma nella Biblioteca ‘Palatina’, la Bibbia di Bologna custodita nella Biblioteca comunale del ’archiginnasio’ e, concludendo, quella di Roma sita nella biblioteca ‘Casanatense’, tutte bellissime e diverse», scrive in una nota, inviata alla stampa, Giuseppe Toziano del FAI, Fondo Ambiente Italiano, sottolineando: «bisogna fare una distinzione importante e correggere il testo istituzionale del comune di Lucera con una precisazione, che arricchisce la Bibbia di Lucera, perché del 1477 è solo quella di Parma, quella di Bologna è del 1558 e quella di Roma è del 1493, ma la cosa più importante da precisare è che solo  quella di Lucera possiede la miniatura a colori rendendola tra le 4 la più pregiata e preziosa da custodire e diffondere.
Colgo l’occasione per gli appassionati, di recarsi in Biblioteca comunale ‘Ruggero Bonghi’, sita in piazza Beato Giovanni Vici, a Lucera, nella sala delle ‘cinque centine’, per visionare la ‘Bibbia del Malerbi’.
Nella biblioteca potete visitare la pinacoteca in cui ci sono le opere di Giuseppe Ar, Umberto Onorato, Emanuele Cavalli con sezioni dell’800 e 900 e i mosaici paleocristiani, il tutto corredato dalla chiesa del ‘San Salvatore’, dove, il Beato Giovanni, posiziono la mensa di Federico II come altare.
Peccato non ci sia nemmeno un cartello, però, con il cuore della città, presto il FAI, istallerà con le giuste autorizzazioni un cartello degno di questo luogo fantastico
.».

333.3446246 Nicola – Torremaggiore — 347.5270649 Piero – San Severo
Ufficio: Via Troia, 32 – San Severo
error: Content is protected !!