8
Sono le di   Aggiornamento 2 maggio aprile 2019
 

In vista delle prossime elezioni europee


Settimana della gioventu': ambiente e clima
priorita' per i giovani

COMMISSIONE UE: «In vista delle prossime elezioni UE, i dibattiti della 'Settimana europea della gioventù' di quest’anno verteranno su come i giovani possano essere attivi nelle loro comunità e influenzare le decisioni democratiche.».

di Redazione

I risultati di un sondaggio Eurobarometro, realizzato su circa 11 mila giovani dai 15 ai 30 anni, rivela come per il 67%, i due terzi dei giovani europei, la protezione dell’ambiente e la lotta ai cambiamenti climatici dovrebbero essere la principale priorità dell’azione dell’Unione Europea nei prossimi dieci anni. Al secondo e al terzo posto, 56% delle risposte, ci sono il miglioramento dell’istruzione e della formazione, compresa la libera circolazione degli studenti e degli alunni, nonchè, la lotta contro la povertà e le disuguaglianze economiche e sociali. Il 72% degli intervistati dichiara inoltre di essersi recato alle urne a livello locale, nazionale o europeo dopo aver acquisito il diritto di voto.
In vista delle prossime elezioni di maggio, si moltiplicano le iniziative istituzionali europee per un voto partecipato e diffuso. L’ultima è rivolta espressamente ai giovani e riguarda la Settimana europea della gioventù, organizzata ogni due anni, che, cominciata il 29 aprile, terminerà il prossimo 5 maggio 2019, si svolge in tutta Europa con il tema: “Io e la democrazia”.
"In vista delle prossime elezioni europee, del 23-26 maggio 2019, i dibattiti della 'Settimana europea della gioventù' di quest’anno verteranno su come i giovani possano essere attivi nelle loro comunità e influenzare le decisioni democratiche", spiega la Commissione europea, che ha organizzato un dialogo con i cittadini dedicato ai giovani e sport e due grandi dibattiti che si terranno al Parlamento europeo e a cui parteciperanno oltre 800 giovani, in cui si parlerà della partecipazione democratica e dell’impatto del Corpo europeo di solidarietà sui giovani, sulle ONG e sulle comunità locali.
Il nostro ultimo sondaggio 'Eurobarometro' sui giovani rivela che tre giovani su quattro dichiarano di aver praticato un’attività civica di qualche tipo, come votare, aderire a un movimento, firmare una petizione online o fare volontariato. Ne sono orgoglioso e incoraggio i giovani a mobilitare i loro coetanei a votare alle elezioni europee, in modo da avere voce in capitolo nella definizione del loro futuro”, ha detto Tibor Navracsics, Commissario per l’Istruzione, la cultura, i giovani e lo sport.