Tempo di lettura: 4 minutes

LOPALCO: «Sono 50.700 le prenotazioni per i vaccini per gli ultra 80 enni registrate fino alle ore 18.00 del 12 febbraio 2021 sui sistemi della Regione.».
ZULLO: «Emiliano e Lopalco chiedano scusa, soprattutto, a tutti gli anziani che hanno aspettato ore fuori dalle farmacie, costretti a stare in piedi, al freddo, per effettuare la prenotazione, per poi tornare a casa, perché il farmacista non era in grado di accedere alla piattaforma.».
LEGA PUGLIA: «Un vero e proprio flop quello per la prenotazione delle vaccinazioni anti Covid per gli over 80. L’ennesima dimostrazione di una evidente superficialità e mancanza di un piano strategico anche in questa seconda fase della vaccinazione.».

di Redazione —

«Sono 50.700 le prenotazioni per i vaccini Covid-19 per gli ultra 80enni registrate fino alle ore 18.00 del 12 febbraio 2021 sui sistemi della Regione Puglia. Stiamo procedendo speditamente abbiamo raggiunto circa un quarto della popolazione- target in un giorno e mezzo di apertura delle agende. Confidiamo che nei prossimi giorni sarà raggiunto il target delle prenotazioni, una volta rodato completamente il sistema. La raccomandazione è sempre quella di non accalcarsi in farmacia o di affollare i cup: i vaccini saranno disponibili per tutti”, le parole dell’assessore alla sanità Pier Luigi Lopalco, a commento delle prenotazioni per i vaccini da parte degli ultra 80enni, a cui fanno eco quelle, di tutt’altro tenore, di Ignazio Zullo, capogruppo di ‘Fratelli d’Italia’ in Regine Puglia, che così si esprime: «Il presidente Emiliano e l’assessore Lopalco chiedano scusa per l’ennesima figuraccia fatta, dopo l’annuncio in pompa magna dell’ora X, le 14:00 dell’11 febbraio 2021, come il momento che avrebbe dato inizio alla campagna vaccinale anti covid agli ultra 80enni. Per poi scoprire che ancora nel tardo pomeriggio il servizio era in fase di attivazione, non avendo potenziato la piattaforma ‘Puglia Salute’

Emiliano e Lopalco chiedano scusa, soprattutto, a tutti gli anziani che hanno aspettato ore fuori dalle farmacie, perché non avevano un pc o qualcuno che gli potesse prenotare online la vaccinazione, costretti a stare in piedi, al freddo, per effettuare la prenotazione, per poi tornare a casa, perché anche il farmacista non era in grado di accedere alla piattaforma. C’è davvero da vergognarsi!
Proprio non si comprende il motivo per il quale ci si debba prenotare: gli uffici ex Saub dei Distretti sanitari che gestiscono l’anagrafe degli assistiti e, quindi, hanno informatizzato l’elenco di tutti i cittadini e ovviamente ultra 80enni: nei neonati sono le Asl che chiamano i genitori per fare le vaccinazioni, perché non può essere fatto per quest’occasione?
Possibile che Emiliano e Lopalco non ne combinino una buona?
Non se la prendano con noi se diciamo che sono inadeguati, purtroppo non è nelle loro capacità gestire questa emergenza e in Puglia, ribadiamo, c’è sempre più bisogno di un commissario.».
Anche il Gruppo Consiliare della Lega Puglia composto dai consiglieri Davide Bellomo, Giacomo Conserva, Gianni De Blasi e Joseph Splendido, commentano negativamente la partenza vaccinale over 80, in un comunicato stampa delle ore 16:20 dello scorso 12 febbraio 2021, così dichiarano: «Un vero e proprio flop quello per la prenotazione delle vaccinazioni anti Covid per gli over 80. L’ennesima dimostrazione di una evidente superficialità e mancanza di un piano strategico anche in questa seconda fase della vaccinazione. È inaccettabile, oltreché indegno, quello che sta accadendo: lunghe code davanti alle farmacie, dinanzi ai CUP ed un portale ‘Puglia Salute’ ancora non attivo.

Le nostre richieste di coinvolgere in questa delicata fase i medici di base, che rappresentano un riferimento di assistenza territoriale per i cittadini, sono state totalmente ignorate. Affidare anche ai medici di famiglia la gestione della prenotazione del vaccino per gli over 80 sarebbe stata una scelta sensata e più sicura. Come, anche, l’opportunità della valutazione del vaccino domiciliare, sarebbe stato molto più utile e vantaggioso, lasciare questa decisione agli stessi medici di base, che, sicuramente, più degli altri conoscono la fragilità dei propri assistiti.
Un altro clamoroso fallimento da parte del Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, e dell’assessore con delega alla Sanita, Pier Luigi Lopalco. Tutto questo è davvero vergognoso.».

error: Content is protected !!