Tempo di lettura: 2 minutes
ZULLO: «Il certificato deve essere RILASCIATO OBBLIGATORIAMENTE, sin dalla prima somministrazione, così da permettere al paziente, per risalire al tipo di vaccino ricevuto e al lotto al quale appartiene la dose di vaccino somministrato.».

di Redazione —

«Giungono diverse segnalazioni da parte di un buon numero di personale scolastico vaccinato che non ha ricevuto nessun certificato dopo l’inoculazione del vaccino presso gli hub allestiti dalle ASL della Regione Puglia. Il certificato deve essere rilasciato obbligatoriamente, sin dalla prima somministrazione, così da permettere al paziente, non solo di attestare in qualunque momento l’avvenuta somministrazione, ma anche per risalire al tipo di vaccino ricevuto e al lotto al quale appartiene la dose di vaccino somministrato.
Dopo le ultime notizie, infatti, centinaia di pugliesi in queste ore stanno intasando i centralini del CUP per cercare di risalire al lotto che gli è stato somministrato, poiché senza certificato non sanno neanche questo.
Siamo alla IV Fase e abbiamo il dovere di contribuire a fornire ogni utile indicazione tra reazioni avverse al sistema di vaccino-vigilanza», denuncia Ignazio Zullo, Capogruppo regionale di Fratelli d’Italia.

error: Content is protected !!