Tempo di lettura: 2 minutes
«Ora basta con questa improvvisazione: Lopalco deve dimettersi subito, oppure, il presidente Emiliano, se davvero ci tiene alla salute dei pugliesi, revochi immediatamente la delega al suo assessore alla Sanità e lo sostituisca con una persona più seria.».

di Redazione —

«Sconcerto, disappunto ed incredulità sono le sensazioni che provocano la gestione a dir poco confusa della emergenza sanitaria da parte del duo Emiliano-Lopalco. Piano vaccini in grande ritardo, bacchettate addirittura dalla stampa straniera come quella del ‘Financial Times’, che cita la Puglia come esempio negativo, richiesta di chiarimenti da parte del commissario nazionale all’emergenza, senza parlare delle strutture ospedaliere al collasso. Insomma, un vero e proprio caos. Il governatore con il suo assessore, grande esperto epidemiologo, amano stupirci.
Con una circolare della cabina di regia regionale, tirano fuori dal ‘cappello a cilindro’ la sorpresa per i pugliesi over 60: vaccino per tutti subito senza prenotazione. Dopo le criticità evidenziate dai sindaci in merito all’organizzazione la Regione Puglia, fa retromarcia e smentisce il provvedimento, cercando di correre ai ripari e, per evitare il caos più totale, annuncia la vaccinazione senza prenotazione solo per i 79enni, per sbloccare, nei giorni seguenti, le altre fasce di età in ordine di anzianità.

Ancora una volta viene fuori il fallimento relativo alla gestione dell’emergenza sanitaria Covid-19. Un piano operativo che cambia ogni quarto d’ora con impegni che si presentano al limite delle possibilità umane facendo saltare, dalla sera alla mattina, tutti i precedenti piani che prevedevano le procedure di prenotazione.
Sia chiaro: ben venga un’accelerazione del processo di immunizzazione della popolazione, ma lo si faccio “cum grano salis”, con la giusta organizzazione, senza far ricadere le inefficienze della politica sul mondo della Sanità e sui cittadini. Ora basta con questa improvvisazione: Lopalco deve dimettersi subito, oppure, il presidente Emiliano, se davvero ci tiene alla salute dei pugliesi, revochi immediatamente la delega al suo assessore alla Sanità e lo sostituisca con una persona più seria», dichiara il gruppo dirigente della Lega Puglia, composto dal segretario regionale sen. Roberto Marti, dall’on. Anna Rita Tateo, dal sottosegretario di Stato per l’Istruzione Rossano Sasso e dai consiglieri regionali Davide Bellomo, Giacomo Conserva, Gianni De Blasi e Joseph Splendido.

error: Content is protected !!