LERARIO: «Non sono fenomeni rari, sono stati osservati anche in anni scorsi e, che, quindi non dovrebbero destare né preoccupazione, né clamore. ».

di Redazione —

Nel pomeriggio-sera di ieri, mercoledì 10 novembre 2021, è stato avvistato nei cieli del Salento il passaggio di una scia luminosa a cui è seguito un forte boato. Si è trattato del passaggio di un “bolide” ovvero di una luminosissima meteora appartenente al fenomeno delle Tauridi Sud, uno sciame meteorico che ha origine dai detriti della Cometa Encke e che sta passando in questi giorni.

L’attraversamento della Terra di questi detriti che bruciano con l’impatto con l’atmosfera è un fenomeno che avviene periodicamente e che può essere più o meno visibile o avvertibile a seconda delle condizioni meteorologiche, come dice il dirigente della Protezione civile regionale, Mario Lerario: «Non sono fenomeni rari, ma sono stati osservati anche in anni scorsi e, che, quindi non dovrebbero destare né preoccupazione, né clamore. La protezione civile regionale ha seguito comunque questo fenomeno con il centro funzionale, il dipartimento nazionale di Protezione civile e l’INGV, Istituto Nazionale Geofisica e Vulcanologia.».

333.3446246 Nicola – Torremaggiore — 347.5270649 Piero – San Severo
Ufficio: Via Troia, 32 – San Severo
<!-- Inizio codice Hotspot (Native Advertising) eADV.it per il sito ilcampanile.it -->
<script type="text/javascript">
(function() {var id = 'eadv-6-' + Math.random().toString(36).substr(2) + (new Date().getTime());document.write(String.fromCharCode(60,115)+'cript async="async" defer="defer" type="text/javascript" id="' + id + '" sr' + 'c="https://www.eadv.it/track/?x=19-12114-6d-6-4a-0-f1-12-6b-234x60-80-0-d0-3163&amp;u=itlic.aemlpian&amp;async=' + id + '&amp;w=250&amp;h=250&amp;cttl=05a098&amp;ctxt=222222&amp;cbg=ffffff&amp;cbgh=f2f2f2">'+String.fromCharCode(60)+'/sc' + 'ript>');})();
</script>
<!-- Fine codice Hotspot (Native Advertising) eADV.it per il sito ilcampanile.it -->
error: Content is protected !!