Tempo di lettura: 3 minutes
ZULLO: «Lopalco, è stato commissariato? I vaccinati abusivi non sono di sua competenza? Era stato proprio lui a minimizzare il fenomeno sostenendo, quando la Procura aveva aperto un’inchiesta, che in Puglia i numeri di chi non ne aveva diritto erano risicati.».
FITTO: «Il fatto che Lacarra sia parlamentare della Repubblica, nonché, segretario regionale del PD, partito di maggioranza relativa che sostiene il Governo Emiliano, rendono le sue parole decisamente di una gravità unica, tale da richiedere l’attenzione della magistratura.».

di Redazione —

«Per il segretario pugliese del PD, on. Marco Lacarra, in Puglia si sta consumando un CRIMINE VERGOGNOSO: ignobili furbetti, che senza aver diritto, si sarebbero vaccinati.
Michele Emiliano, più da ‘magistrato’ che da governatore, invece, che chiamare il suo assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco, per capire ‘politicamente’ quanto duramente denunciato dall’autorevole esponente del centrosinistra, non certo dell’opposizione, ha subito incaricato l’avvocato Antonio La Scala, in qualità di coordinatore del NIRS, Nucleo ispettivo regionale sanitario della Regione Puglia, perché ‘interroghi’ Lacarra.
Lopalco, è stato commissariato?
I vaccinati abusivi non sono di sua competenza?

Era stato proprio lui a minimizzare il fenomeno sostenendo, quando la Procura aveva aperto un’inchiesta, che in Puglia i numeri di chi non ne aveva diritto erano risicati, ma oggi la nota di Lacarra svela addirittura un fenomeno criminale e Lopalco, per la serie ‘non poteva non sapere’, dovrebbe, esserne a capo. Anche, perché, se non ne fosse a conoscenza, sarebbe persino peggio…
E’ evidente che se la vicenda non fosse grave, come lo è, ci sarebbe persino da ironizzare e chiedere proprio a Lopalco come intende andare avanti nel Piano della vaccinazione in Puglia se dovesse dar seguito al consigliere Fabiano Amati, sempre del PD come Lacarra, che chiede l’inidoneità degli operatori sanitari che non vogliono vaccinarsi e quelli che Lacarra chiede di radiare dall’ordine perché complici del CRIMINE vergognoso. Alla fine potrebbe rimanere solo nella sua torre d’avorio a compilare Bollettini epidemiologici, mentre Emiliano continua a fare l’assessore», le parole di Ignazio Zullo, Capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, a proposito degli ignobili furbetti, che senza aver diritto, si sarebbero vaccinati, a cui hanno fatto eco quelle di Raffaele Fitto, co-presidente del gruppo europeo ECR-Fratelli d’Italia, che ha sottolineato:

«La denuncia di Marco Lacarra contro il sistema delle vaccinazioni in Puglia oltre ad essere molto pesante è soprattutto grottesca. Il fatto che Lacarra non sia solo un semplice cittadino, ma un parlamentare della Repubblica e anche il segretario regionale del PD, che è il partito di maggioranza relativa che sostiene il Governo Emiliano, rendono le sue parole decisamente di una gravità unica. Un attacco alla gestione Covid in Puglia tale da richiedere l’attenzione della magistratura.
E’ evidente che, per sferrare questo duro attacco agli abusivi del vaccino, Lacarra deve conoscere nomi, cognomi e circostanze. Non può un autorevole esponente di maggioranza sia del governo regionale, sia di quello nazionale lanciare un macigno e poi nascondere la mano. Mi auguro che prima della denuncia social l’onorevole del PD sia andato a raccontare per filo e per segno tutto alla Procura.».

error: Content is protected !!