Tempo di lettura: 2 minutes
CAROLI: «Nelle linee guida della mozione, discussa e approvata in Consiglio regionale pugliese, verranno presi in considerazione anche i leasing e le fidejussioni a cui sono soggette alcune attività che lamentavano proprio le bocciature ricevute alle domande per costi non ritenuti ammissibili.».

di Redazione —

«Nell’estate scorsa la giunta regionale nella foga, forse anche elettorale, di elargire ristori ha prodotto provvedimenti lacunosi. In particolare, per gli avvisi che riguardavano l’implementazione delle misure straordinarie di sostegno ai comparti Turismo e Cultura, il cui valore complessivo era pari a 50.000.000 di €. È evidente che per un settore così in crisi gli avvisi hanno comportato grandissimo interesse, in modo particolare anche per le agenzie di viaggio, fra le più colpite.

La mozione discussa, approvata in Consiglio regionale, è stata calendarizzata troppo tardi per alcuni versi, come la riapertura dei termini, per altri, invece, ha incontrato il favore dell’assessore al Turismo e alla Cultura, Massimo Bray, per cui nelle linee guida verranno presi in considerazione anche i leasing e le fidejussioni a cui sono soggette alcune attività che lamentavano proprio le bocciature ricevute alle domande per costi non ritenuti ammissibili. Qualche esempio: alle agenzie viaggi non venivano ammesse come spese i costi di assicurazione, le fidejussioni assicurative e quelle bancarie, essenziali per l’operatività della biglietteria, che rappresentano costi fissi non certo variabili, oppure, venivano considerati non ammissibili i rimborsi dei costi dei canoni di noleggio (fitto o leasing) operativo di strumentazioni.
Per questo con la mozione avevo impegnato la Giunta regionale a verificare e colmare le lacune e gli errori procedurali che portavano all’esclusione degli aventi diritto ai ristori. L’assessore Bray si è detto disponibile e noi confidiamo che dia seguito alle sue parole», commenta Luigi Caroli, del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, che esprime soddisfazione per l’approvazione della mozione in Consiglio regionale dello scorso 13 aprile 2021, dopo il parere favorevole dell’assessore alla Cultura e Turismo, Massimo Bray.

error: Content is protected !!