Tempo di lettura: 2 minutes
Dopo la richiesta di accesso agli atti e documenti del procedimento relativo alla realizzazione di un impianto di compostaggio in contrada Ratino il CREC, Comitato per la Riconversione Ecologica della Capitanata, comunica che «…al sollecito, che attualmente non ha prodotto ancora alcuna risposta, ha costretto le associazioni a procedere con un ricorso, considerando che tali documenti e atti dovrebbero essere visibili ed accessibili per chiunque, trattandosi di informazioni ambientali.».

di Redazione —

la struttura dell’ex SAFAB dove dovrebbe sorgere l’impianto di compostaggio della SAITEF S.r.l.

«Le associazioni Raggio Verde e GRE, Gruppi Ricerca Ecologica, in data 22 marzo 2021 chiedono alla Provincia di Foggia di poter accedere agli atti e documenti del procedimento relativo a l’AIA 157, riguardanti la realizzazione di un impianto di compostaggio in contrada Ratino, nel comune di San Severo (Fg) rilasciata alla SAITEF S.r.l.
Il 27 aprile 2021, in mancanza di riscontro, si è proceduto al sollecito, che attualmente non ha prodotto ancora alcuna risposta.
Dinanzi ad una tale circostanza, le due associazioni sopra citate hanno successivamente notificato un ricorso per accesso.

Il C.R.E.C., Comitato per la Riconversione Ecologica della Capitanata, di San Severo, comunica la spiacevole circostanza, che ha costretto le associazioni a procedere con un ricorso, situazione che doveva aver tutt’altro esito, considerando che tali documenti e atti dovrebbero essere visibili ed accessibili per chiunque, trattandosi di informazioni ambientali», si legge in nota inviata agli organi di informazione dal C.R.E.C., Comitato per la Riconversione Ecologica della Capitanata, relativo al ricorso presentato per ottenere la visione degli atti e dei documenti, che, trattando informazioni ambientali, dovrebbero essere visibili ed accessibili a chiunque.

error: Content is protected !!