Tempo di lettura: 3 minutes
COLANGELO: «Il ‘Premio Scuola Digitale’ testimonia chiaramente quanto ampio sia il potenziale delle Istituzioni scolastiche, in termini di creatività e di visione del futuro: ciò si traduce inevitabilmente in un ritorno positivo anche sul territorio. La didattica del merito, quella che il ‘Fraccacreta’ sostiene da tempo come principio-base, produce sempre importanti risultati.».

di Alessandro M. Basso

Il futuro? È tutto (in) un’app.
Lo ha dimostrato il “Premio Scuola Digitale”, competizione tra scuole del primo e del secondo ciclo su progetti di innovazione digitale, giunto alla sua terza edizione e tenutosi lo scorso 21 e 22 aprile 2021, quest’anno in diretta streaming causa Covid-19.
Obiettivo dell’iniziativa, promossa dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale ed organizzata a livello provinciale dall’ I.T.E.S. “Fraccacreta quale Scuola-polo, la promozione delle eccellenze e del protagonismo delle scuole nell’insegnamento e nell’apprendimento attraverso l’utilizzo delle tecnologie digitali.

Ottimo il risultato conseguito dal “Fraccacreta” che si è classificato al secondo posto a livello provinciale.
All’evento, introdotto dalle note della famosissima “Jump” di Van Halen hanno partecipato la Dirigente prof.ssa Maria Soccorsa Colangelo, la dott.ssa Maria Aida Tatiana Episcopo (Dirigente USR Puglia Ufficio V Ambito Territoriale Foggia-BAT), il dott. Luigi Fabbrizio (esperto di didattica digitale, Equipe Formativa Territoriale provinciale Puglia) e, quale membri della Giuria, la dott.ssa Anna Luisa Curatolo (UST Foggia), la dott.ssa Celeste Iacovino (Assessore alla Pubblica Istruzione ed alla Cultura del Comune di San Severo), la dott.ssa Antonia Casiero (Equipe Formativa Regionale Puglia), il dott. Erasmo di Giorgio (CCIAA Foggia) ed il dott. Giuseppe Ritella (ricercatore presso l’Università di Helsinki).
Durante la gara presentata dal prof. Valter Presutto, docente in quiescenza del “Fraccacreta”, ciascun Istituto ha presentato il proprio video: il “Fraccacreta”, grazie all’impegno degli alunni Severo Fabio Bufalo, Pio Antonio Cartanese, Vittorio Cozzoli, Alessandro Ercolano, Luigi Fantasia, Mario Raffaele Iacoviello, Giuseppe Nusco, Cristian Danilo Sordillo e Samuele Tartaglione, guidati dai docenti Alberto Bevere e Michele Cristino, si è distinto con l’app. No-Code concepita per snellire le attese ai colloqui con i docenti.

«Esserci classificati al secondo posto tra i cinque finalisti della provincia di Foggia in questo importante evento, peraltro di rilievo nazionale significa, per noi, non soltanto avere ricevuto un premio ma anche e soprattutto un riconoscimento al costante e profondo lavoro, fatto di attenzione e dedizione, svolto, quotidianamente, dal corpo docente e da tutto il personale scolastico per realizzare una Scuola sempre più vicina ai bisogni della società», ha dichiarato la D.S. Colangelo.
Il “Premio Scuola digitale” mostra e dimostra che è possibile fare un uso sapiente, educativo, pre-professionalizzante e professionalizzante delle nuove tecnologie, lungi dall’uso tossico delle stesse, in una sorta di enpowerment generale.
Nel corso del Premio, inoltre, di particolare pregio si sono attestate anche le esibizioni musicali dell’alunno Antonio Pio Pennacchia (classe 4D AFM) che ha suonato al violino, la hit del 2019 “Dance monkey”; dell’alunno Marco Ferro (classe 4A AFM) alla batteria sulle note di “We are the Champions” dei Queen e di Nicolò Giuzio (classe 1B AFM) che ha eseguito un brano di marimba “7” dei 39 studi- M. Goldenberg.
«Il ‘Premio Scuola Digitaletestimonia chiaramente quanto ampio sia il potenziale delle Istituzioni scolastiche, in termini di creatività e di visione del futuro: ciò si traduce inevitabilmente in un ritorno positivo anche sul territorio. La didattica del merito, quella che il ‘Fraccacreta’ sostiene da tempo come principio-base, produce sempre importanti risultati», ha concluso la prof.ssa Colangelo.

error: Content is protected !!