Tempo di lettura: 2 minutes
NARDINO: «Spegnere la luce, risparmiare l’acqua, fare la raccolta differenziata, coltivare una piantina… Piccoli gesti gentili, per una Terra più bella, per un futuro sereno.».

di Redazione —

La Giornata Mondiale della Terra ha origine il 22 Aprile 1970, in America, dove per la prima volta ci fu una grande manifestazione a difesa del nostro Pianeta e delle sue risorse contro ogni tipo di sfruttamento incontrollato o fonte di inquinamento.

Per la Giornata della Terra del 22 Aprile 2021 alla domanda: io…cosa posso fare? Nardino Adele Incoronata, insegnante della Gentilezza dell’Istituto Comprensivo “Torelli-Fioritti” di Apricena (Fg), così risponde: «Un piccolo gesto gentile: spegnere la luce, risparmiare l’acqua, fare la raccolta differenziata, coltivare una piantina…piccoli gesti gentili per una Terra più bella, per un futuro sereno.
Compito della scuola è coinvolgere i bambini facendo loro conoscere la Terra come Pianeta parte di un grande Universo, come luogo che ci permette di vivere e di cui dobbiamo prenderci cura ogni giorno…

Nel contesto scolastico i bambini possono prendersi cura delle piante con il semplice gesto gentile di annaffiarle, possono disegnare la propria piantina della Gentilezza scrivendo su ciascuna fogliolina le parole gentili così da poter crescere meglio.
La Gentilezza non si limita solo alle persone, ma si può praticare anche verso il Pianeta ricordando che oggi più che mai abbiamo un costante bisogno di atti immotivatamente gentili.
Concludo con una frase di Amelia Earhart:
A single act of kindness puts the roots in all directions, and the roots are born and make new trees”, vale a dire, “Un unico atto di gentilezza mette le radici in tutte le direzioni e le radici nascono e fanno nuovi alberi”.».

error: Content is protected !!