Tempo di lettura: 2 minutes
ZULLO: «Decaro dov’era quando il presidente della sua Regione chiudeva le scuole in Puglia? Non certo accanto a quei genitori che protestavano e che ricorrevano al TAR. Dov’era quando il suo partito, il PD, ha bocciato in Consiglio regionale la mozione presentata per far riaprire le scuole in sicurezza sostenendo che non era la scuola che faceva aumentare i contagi, ma la mancata organizzazione di ciò che ruota intorno al mondo scuola, a cominciare dai trasporti.».

di Redazione —

«Il presidente nazionale dell’ANCI, Antonio Decaro, deve essere un’altra persona, non può essere il sindaco di Bari e compagno di partito (PD) ed elezioni del presidente Michele Emiliano. Altrimenti siamo di fronte a uno sdoppiamento di personalità: Intervistato da Rainews24 ha testualmente dichiarato che i sindaci sono: ‘per la riapertura delle scuole. Infatti dopo il primo decreto Draghi io ho protestato perché venivano chiuse le scuole e si lasciava ai ragazzi la possibilità di uscire la sera’.

Lui dov’era quando il presidente della sua Regione chiudeva a colpi di ordinanza le scuole in Puglia? Non certo accanto a quei genitori che protestavano e che ricorrevano al TAR. Dov’era quando il suo partito, il PD, ha bocciato in Consiglio regionale la mozione che noi avevamo presentato proprio per far riaprire le scuole in sicurezza sostenendo che non era la scuola che faceva aumentare i contagi, ma la mancata organizzazione di ciò che ruota intorno al mondo scuola, a cominciare dai trasporti. Tesi sostenuta nei giorni scorsi da autorevoli esponenti del mondo scientifico in un articolo su “Il Corriere della Sera”.
Oggi, Decaro, si scopre dalla nostra parte, quindi contro Emiliano!
Invita, presumo, anche, la sua Regione, a fare vaccini anche di notte… Quali, se non arrivano? Allora, come presidente nazionale ANCI, faccia pressioni a livello nazionale, perché vi sia un’equa distribuzione dei vaccini. Poi inviti il suo compagno Emiliano a rispettare le priorità, i furbetti pugliesi, più che infiltrati abusivamente, sono categorie da lui autorizzate, a discapito degli ammalati gravi e persone fragili», così, commenta Ignazio Zullo, Capogruppo regionale di Fratelli d’Italia, le dichiarazioni del presidente nazionale ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, nonchè, sindaco di Bari, Antonio Decaro, sulla riapertura delle scuole.

error: Content is protected !!