Tempo di lettura: 2 minutes
CAROLI: «Erano esigenze che venivano incontro ad alcune problematiche ed esigenze che tutte le RSA e i Centri Diurni pugliesi, che assistono anziani e disabili, avvertivano, in modo particolare le piccole strutture che avevano grandi difficoltà a reperire medici che collaborassero con loro.».

di Redazione —

«RSA e Centri Diurni potranno avere come direttori sanitari non solo medici specializzati in Fisiatria e Ortopedia, ma anche di altre specializzazioni e, raccogliendo il grido di aiuto delle associazioni di categoria, Legacoop, FMPI, Welfare a Levante e Agci, è data la disponibilità ai gestori delle strutture di potersi avvalere di educatori socio-sanitari, formati dalle Facoltà di Medicina, nonché, di educatori socio-pedagogici. Per i primi, infatti, le strutture trovano difficoltà a reperire sul mercato questa tipologia di figure professionali: per questo estendere la possibilità a persone formate nella Facoltà di Pedagogia consente di poter non far andare in affanno l’assistenza. Tutto questo è stato possibile grazie a due emendamenti che abbiamo presentato e che sono stati votati anche dalla maggioranza, perché erano esigenze che venivano incontro ad alcune problematiche ed esigenze che tutte le RSA e i Centri Diurni pugliesi, che assistono anziani e disabili, avvertivano, in modo particolare le piccole strutture che avevano grandi difficoltà a reperire medici che collaborassero con loro», dichiara, con un pizzico di soddisfazione, Luigi Caroli, Consigliere regionale di Fratelli d’Italia, dopo l’approvazione di due emendamenti, da lui presentati, per venire incontro alle esigenze di RSA e Centri Diurni.

error: Content is protected !!